Letture degli ultimi mesi

Buon giorno lettori :) Come state? Anche da voi piove ininterrottamente da tre giorni?! 
Qua si e non ne posso più :(
Ma diciamo che questo brutto tempo concilia il lavoro al pc e infatti ieri ho lavorato ad alcuni post da pubblicare e così oggi sono qua a parlarvi delle ultime letture dei mesi trascorsi.

Ho pensato di fare un unico post per tutte le letture, sia perchè non sono molte ma soprattutto perchè preferisco recensire un libro a caldo, appena terminato di leggerlo. In questo caso ho pensato fosse meglio fare delle mini recensioni su ognuno dei libri che ho letto da settembre a dicembre :)

 LO STRANO VIAGGIO DI UN OGGETTO SMARRITO
Salvatore Basile

Riponevo grandi aspettative verso questo libro poichè avevo letto pareri davvero entusiasti e la sinossi così come la cover mi avevano colpito fin da subito. Devo ammettere che in realtà non l'ho trovato eccessivamente coinvolgente come mi aspettavo. Non sono riuscita ad entrare in sintonia con i protagonisti, forse entrambi troppo lontani da me, dal mio modo di vedere il mondo o affrontare le situazioni difficili. Ho apprezzato molto, invece, i vissuti delle persone incontrate dal protagonista durante il suo viaggio. Le loro storie, i loro dolori mi hanno fatto riflettere sulla diversità delle vite altrui. Ho apprezzato anche l'evoluzione dei protagonisti, il loro aprirsi pian piano l'uno all'altra e la scrittura dell'autore. Nonostante ciò, devo ammettere che mi ha lasciato ben poco rispetto a ciò che pensavo potesse trasmettermi a livello emotivo.



   IL GRANDE GATSBY
Francis Scott Fitzgerald

Ho deciso di leggere questo libro perchè ho amato profondamente il film, così non appena l'ho trovato tra gli scaffali della biblioteca ho deciso di portarlo a casa con me e dedicarmi alla sua lettura. Beh, è chiaro che conoscevo già bene la storia quindi non potevo aspettarmi colpi di scena e questo è uno dei motivi per cui non leggo libri di cui abbia visto già una rappresentazione, ma in questo caso ho fatto un'eccezione. L'aspetto che mi ha delusa maggiormente non è stato il fatto di conoscere la storia e quindi non trovare stimolante la lettura, ma più che altro lo stile dell'autore. Sebbene stiamo parlando di un libro non attuale in cui è possibile trovare una scrittura lontana dal nostro modo, in questo caso a disturbarmi è stato il modo di scrivere confusionario, spesso accennato, non riuscivo a seguire un filo logico. Credo che tutto ciò sia stato creato appositamente dall'autore perchè in fondo è il tipo di vita condotto dai protagonisti un pò così, confusionario, privo di logica e in effetti mi sono sentita allo stesso modo pure io durante tutta la lettura. Di conseguenza sono convinta di continuare a preferire il film al libro.


 LA GEMELLA SILENZIOSA
S. K. Tremayne

Ecco un altro di quei libri che avevo in wish list da non so quanto tempo. La sinossi, l'ambientazione, i misteri li ho trovati da sempre accattivanti e finalmente ho potuto conoscere appieno questa storia. Questo libro mi è piaciuto parecchio all'inizio e fino alla metà inoltrata, ho trovato ben accurate e dettagliate le descrizioni dei luoghi, ho trovato affascinante e spesso inquietante il modo di comportarsi della gemella presente, ho avuto mille dubbi su di lei, quale delle due fosse effettivamente rimasta in vita. In questo l'autore è stato davvero bravo, è riuscito a giocare con me, a farmi credere una cosa e subito dopo a smentirla. Ma purtroppo questo gioco termina verso il finale, quando vengono scoperte le carte e i protagonisti smascherati. Beh lì, proprio alla fine sono rimasta veramente delusa, non mi è piaciuto per niente il capovolgersi degli eventi e il punto in cui vanno a parare. Quindi devo dire che per me il finale è stato davvero deludente e purtroppo questo mi ha fatto ricredere sull'intera storia.


 AVRO' CURA DI TE
Massimo Gramellini, Chiara Gamberale

Finalmente un libro che mi è piaciuto parecchio. Non ci troviamo di fronte al classico romanzo, bensì una sorta di "epistolario", infatti il libro è strutturato sotto forma di scambio di lettere tra Giò, la protagonista, e il suo angelo custode, una sorta di io interiore che la guiderà verso le decisioni giuste e soprattutto il giusto modo di vedere sè stessa, i suoi errori, i suoi limiti e il modo in cui spezzarli. L'ho apprezzato davvero molto, è un libro che mette il lettore di fronte le debolezze dell'essere umano, porta a riflettere sulla quantità di errori che spesso si commettono per via dell'egoismo e dell'amor proprio e funge un pò da "guida umana" o meglio dei rapporti umani per coloro che si accingono a leggerlo. Almeno questo è l'insegnamento che ne ho tratto io.




STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI
Markus Zusak

Ho trovato questo libro davvero particolare. A narrare la storia infatti troviamo una voce fuori dal comune, la morte. Essa ci racconta di tutte le volte in cui è stata a pochi passi dalla nostra protagonista, la ladra di libri, e il modo in cui si è portata via miliardi di persone a causa della seconda guerra mondiale. Attraverso la voce narrante della morte veniamo a conoscenza della vita di Liesel e di tutti i personaggi che la circondano. I fatti vengono narrati attraverso salti temporali e di ogni personaggio che incontriamo conosciamo il destino, dolce o amaro che sia. E poi ci sono i libri, che sono i secondi protagonisti di questa storia e che Liesel cercherà di difendere a tutti i costi, i suoi preferiti, quelli che la legano alle persone e agli eventi a lei cari e anche quelli sconosciuti che occupano comunque un posto speciale nel suo cuore, perchè hanno qualcosa da raccontare. L'aspetto che più mi ha commossa è stato il rapporto tra Liesel e il suo padre adottivo, un uomo buono, dagli occhi dolci che sarà la persona più importante della vita di Liesel e a cui è impossibile non affezionarsi.


LA TREDICESIMA STORIA
Diane Setterfield 

Questo è il libro che più ho apprezzato in questi ultimi mesi. Anche qui i protagonisti sono i libri e già questo è un punto a favore della storia, ma non solo. L'intera vicenda è intrisa di misteri, ambientazioni cupe, personaggi ambigui, eventi tragici da scoprire.. insomma tutti elementi che mi attirano come una calamita e che in questo libro sono egregiamente sviluppati. Lo stile dell'autrice è coinvolgente e trascinante, pulito e ordinato. Ogni personaggio viene presentato in maniera precisa, dall'aspetto fisico alle caratteristiche psicologiche e comportamentali e di ognuno di questi personaggi si conosce l'inizio e la fine. Anche i misteri e le cose celate trovano una spiegazione e questo per me è estremamente importante perchè non mi piace rimanere a bocca asciutta. Amo quelle storie che alla fine dei conti svelano tutto senza lasciare nulla all'immaginazione e questo è esattamente ciò che accade in questo libro, che posso dirlo con franchezza mi ha decisamente stupida e soddisfatta.


LA MECCANICA DEL CUORE
Mathias Malzieu

Ed infine, ecco l'ultimo libro di cui vi parlo. La meccanica del cuore viene definita come una favola moderna, in effetti è intrisa di simbolismo e metafore. La razionalità che spesso prevale sui sentimenti, il non riuscire ad aprire il proprio cuore o peggio non amare per paura che questo possa essere distrutto, la paura di far vedere il vero sè per timore di non essere amati. Questi e altri sono gli insegnamenti che questo libro trasmette e di cui io ho fatto tesoro. Al di là di ciò, però, devo ammettere che non sono rimasta pienamente soddisfatta dal modo di narrare, a tratti prolisso e a tratti a rilento. Una storia, comunque, ricca di spunti di riflessioni e sentimenti.






Ho concluso la carrellata di libri letti negli ultimi mesi di cui non vi avevo parlato vista la mia assenza dal blog ma ci tenevo a condividere con voi il mio pensiero su queste letture. 
Aspetto, come sempre, i vostri pareri :)

° Chocolateandbooks °

     

Commenti

  1. Ho letto "Storia di una ladra di libri" e l'ho adorato! Ho in wishlist un altro libro di Markus Zusak che non vedo l'ora di leggere, "Io sono il messaggero" - spero di averti fatto notizia gradita.
    Avevo un sacco di aspettative per "La meccanica del cuore" ma, alla fine, non mi è piaciuto molto. Il climax del libro non arrivava mai ed era un po' troppo sdolcinato per i miei gusti.

    RispondiElimina
  2. Complimenti per il tuo bellissimo blog! Ti seguo!
    Se ti va di ricambiare passa da me:
    http://marycosmesi.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio :) Passerò a trovarti ;)

      Elimina
  3. Avrò cura di te è uno dei miei libri preferiti! Hai letto un sacco di libri che fanno parte della mia lista dei desideri di quest'anno! Boccio solo La meccanica del.cuore visto che non.ti.ha convinta e sono secoli che lo vedo senza comprarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto bello avrò cura di te :) Si dai, secondo me, puoi fare a meno de "la meccanica del cuore" ;)

      Elimina
  4. ho odiato il libro di basile. una vera schifezza buonista inverosimile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace che ti ha suscitato emozioni così negative.. a me il significato del libro e comunque il modo in cui è scritto è piaciuto, però mi aspettavo di emozionarmi di più.. ma non lo giudico affatto un libro malvagio ;)

      Elimina

Posta un commento

Lettori fissi

Scatti Instagram