03 gen 2016

Recensione "Il segreto della crisalide" di Denise Aronica

Titolo: Il segreto della crisalide
Autore: Denise Aronica
Formato: Kindle
Numero pagine: 230
Prezzo E-Book: 0,99 €














L'autore.
Denise Aronica ha scritto "La linea sottile" e "Il segreto della crisalide". Oltre ad essere una scrittrice è anche una blogger. Il suo blog è Reading is Believing.

Trama.
Sono passati quasi nove mesi da quando i genitori di Olivia sono morti, ma lei non è ancora riuscita a farsene una ragione. Sa di non essere pronta a passare oltre e a lasciarli andare per sempre e non intende sforzarsi per farlo, così trascorre le sue giornate a tenere il conto del tempo che passa in modo maniacale, imbrattandosi il braccio con un pennarello, chiusa nella sua nuova camera a casa dei nonni, a leggere fino a dimenticarsi di tutto il resto. 
Nemmeno per Max, il suo fratellino di otto anni, è semplice riuscire a fare breccia nella solida armatura che Olivia ha costruito tutto intorno a sé e anche i nonni, pur sforzandosi di non darlo a vedere, non potrebbero essere più preoccupati per lei, che si rifiuta persino di parlare con uno psicologo. 
Sarà per via della sua reticenza e testardaggine a rifiutare qualsiasi tipo di sostegno che nonna Mar-gherita prenderà una decisione drastica. Olivia sarà costretta a frequentare per un paio di mesi una sorta di centro estivo molto particolare, gestito da un’amica di vecchia data di sua madre, in cui un’equipe di specialisti si occupa di aiutare adolescenti affetti da dipendenze comportamentali. 
Proprio lì al centro, grazie alla compagnia di Daniel, un nerd dipendente dai videogiochi, e di Andrea, una ragazza viziata, volubile e misteriosa, Olivia riuscirà finalmente a lasciarsi andare e ad aprire un po’ il suo cuore. Il dolore per la sua terribile perdita però, continuerà ad assillarla, soffocando sul nascere ogni più piccolo sprazzo di felicità. Olivia sarà così costretta a rendersi conto che dovrà iniziare a lottare con tutte le sue forze per riuscire ad avere di nuovo il controllo sulla sua vita prima che sia troppo tardi. 

La mia recensione.
Per diverse settimane, tra i vari blog, continuavo a vedere blogger leggere questo libro, poi ho iniziato a leggere le recensioni, ho conosciuto la trama e ho iniziato a seguire l'autrice sul suo blog. Mi ha da subito incuriosita, appena ho avuto la possibilità ho acquistato il libro e l'ho subito letto e ne sono rimasta veramente contenta. Mi è piaciuto un sacco lo stile della narrazione, leggero e semplice, anche se la tematica trattata è alquanto delicata. La storia è scorrevole e nonostante accompagniamo la protagonista in una fase estremamente difficile della sua vita, non risulta mai pesante. Io lo ritengo un dono l'essere capaci di parlare di situazioni difficili senza appesantire il lettore. Ho apprezzato tanto i personaggi, tutti ragazzi con disturbi comportamentali dovuti a traumi vissuti in famiglia, che si trovano ad affrontare insieme il recupero. Ognuno, con i loro problemi e i loro disturbi sono stati una piacevole sorpresa, ben definiti e caratterizzati. La protagonista, ovviamente, è stata la mia preferita. Ho trovato il suo modo di affrontare il dolore "giusto", a volte nei libri il modo in cui i personaggi affrontano perdite importanti mi sembra troppo artefatto, ma nel caso di Liv non è stato così. Lei soffre e la sua sofferenza è tangibile, l'unica via di fuga dal dolore sono i suoi libri, tanto da utilizzarli come scudo per evitare tutto e tutti. Forse l'ho apprezzato particolarmente perchè mi sono rispecchiata molto in lei, perchè anche io appena posso trovo nei libri il mio rifugio ideale. Ho amato moltissimo i riferimenti ai libri che la protagonista leggeva o di cui parlava, più di una volta mi sono ritrovata a sorridere leggendo riferimenti e pensieri sui libri che io stessa ho letto e ho sentito. Forse è stata proprio questa forte empatia con Liv che mi ha portato a divorare il libro, l'ho letto davvero in pochi giorni, nonostante non avessi mai il tempo per via delle feste. Mi sono commossa ai pensieri di Liv sui suoi genitori, al suo timore di dimenticarli, di non ricordarne più la fisionomia o le loro abitudini, la loro voce. E poi come non affezionarsi a Daniel, l'amico e più che amico, che tutte vorremmo, in effetti in lui ho rivisto un pò del mio ragazzo e forse anche in questo caso sarò di parte se dico che questo personaggio l'ho davvero adorato. Consiglio davvero questa lettura, è molto bella, scorrevole, ma anche profonda. Non risulta mai pesante e stucchevole ma al contrario ti porta a vivere sentimenti ed emozioni assieme a questa giovane ragazza, con cui non ci si può non sentire in sintonia. Sono rimasta davvero soddisfatta!

"Grazie alle mie letture vivo centinaia di avventure 
in compagnia dei miei personaggi preferiti.
Loro ci sono sempre, per me.
Non mi giudicano, sono più veri di chiunque altro 
e sembrano comprendermi come nessuno."

- La vostra Chocolate And Books -

6 commenti:

  1. Direi che sei stata convincente :-) anch'io ho inserito in wishlist questo titolo, ottimo il fatto che dua scritto in modo semplice e leggero ma con tematiche importanti, lo trovo un grande pregio. Grazie un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ti piacerà, a me ha convinta parecchio ;)

      Elimina
  2. Grazie mille per questa bella recensione, Federica! Son contentissima che ti sia piaciuto e che la lettura ti abbia soddisfatta ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Denise.. Ancora complimenti a te.. Spero di leggere presto anche "La linea sottile".. è già nel mio kindle ;)

      Elimina
  3. E' già nella mia wishlist, spero di comprarlo presto, sono troppo curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio vivamente.. a me è piaciuto un sacco ;)

      Elimina