19 dic 2015

Recensione "1Q84" di Haruki Murakami

Titolo: 1Q84. Libro 1 e 2. Aprile - Settembre
Autore: Murakami Haruki
Anno: 2013
Edito: Mondolibri
Pagine: 718
Prezzo: 17,00 €













Titolo: 1Q84. Libro 3. Ottobre - Dicembre
Autore: Murakami Haruki
Anno: 2013
Edito: Mondolibri
Pagine: 395
Prezzo: 15,00 €













L'autore.
Murakami Haruki è nato a Tokyo nel 1949 ed è cresciuto a kobe. La sua bibliografia è davvero vasta. Ha vinto numerosi premi , tra cui il Franz Kafka Prize e il Jerusalem Prize. Il suo ultimo romanzo è appena uscito con un titolo davvero interessante "La strana biblioteca".

Trama.
1984, Tokyo. Aomame è bloccata in un taxi nel traffico. L'autista le suggerisce, come unica soluzione per non mancare all'appuntamento che l'aspetta, di uscire dalla tangenziale utilizzando una scala di emergenza, nascosta e poco frequentata. Ma, sibillino, aggiunge di fare attenzione: "Non si lasci ingannare dalle apparenze. La realtà è sempre una sola". Negli stessi giorni Tengo, un giovane aspirante scrittore dotato di buona tecnica ma povero d'ispirazione, riceve uno strano incarico: un editor senza scrupoli gli chiede di riscrivere il romanzo di un'enigmatica diciassettenne così da candidarlo a un premio letterario. Ma "La crisalide d'aria" è un romanzo fantastico tanto ricco di immaginazione quanto sottilmente inquietante: la descrizione della realtà parallela alla nostra e di piccole creature che si nascondono nel corpo umano come parassiti turbano profondamente Tengo. L'incontro con l'autrice non farà che aumentare la sua vertigine: chi è veramente Fukada Eriko? Intanto Aomame (che pure non è certo una ragazza qualsiasi: nella borsetta ha un affilatissimo rompighiaccio con cui deve uccidere un uomo) osserva perplessa il mondo che la circonda: sembra quello di sempre, eppure piccoli, sinistri particolari divergono da quello a cui era abituata. Finché un giorno non vede comparire in cielo una seconda luna e sospetta di essere l'unica persona in grado di attraversare la sottile barriera che divide il 1984 dal 1Q84. Ma capisce anche un'altra cosa: che quella barriera sta per infrangersi.

La mia recensione.
Buon pomeriggio cari lettori. Oggi ho deciso di parlarvi di 1Q84 di Murakami, che ho letto circa due/tre mesi fa. E' una trilogia, poichè i libri sono in tutto tre, nel primo libro però trovate due libri in uno che trattano le vicende dei due protagonisti dal mese di Aprile al mese di Settembre. Il terzo libro è quello conclusivo e percorre i mesi che vanno da Ottobre a Dicembre. In questi mesi ne succedono davvero di tutti i colori ai nostri protagonisti Aomame e Tengo, è davvero difficile parlare di questo libro, che è molto complesso, se dovessi spiegarvi di cosa parla non so se sarei in grado di farlo. Ci sono, infatti, diversi intrecci, tra i protagonisti e le altre figure secondarie della storia, Ma queste vicende sono tutte collegate tra loro e sono legate anche al misterioso, ad eventi inquietanti e addirittura alla possibile presenza di un mondo parallelo. In questa recensione vi parlerò sia del primo libro, sia del libro conclusivo. Il primo volume io l'ho amato, letteralmente, sono sicura che fra tutti i libri che ho letto nel 2015 è il migliore in assoluto, mi ha veramente stregata, il terzo, invece, un pò meno, purtroppo. Era la prima volta che mi approcciavo a questo scrittore dalla fama internazionale e tenevo questi libri in casa da anni, senza mai trovare il tempo o la voglia di iniziarli, perchè da un lato mi attirava tantissimo la trama, ma dall'altro lato quando leggevo i pareri su internet (spesso discordanti) mi "intimorivo" e alla fine rimandavo. Poi un giorno quel libro mi ha chiamata, ma davvero... non so se capita anche a voi, per me è sempre così.. sono sempre i libri che mi scelgono, quando è il momento giusto per leggerli, io lo sento, così mi sono avvicinata alla libreria della mia camera, l'ho aperto, ho iniziato a leggerlo e fine... per me è stata la fine!! Una storia coinvolgente, misteriosa, appassionata, una scrittura come poche finora ho potuto leggere, così fluida, reale, ma al tempo stesso sofisticata, ti porta dentro la storia senza accorgertene e i personaggi sono qualcosa di spettacolare, descritti in maniera esemplare, nelle loro abitudini quotidiane e nei loro sentimenti più profondi, sembra davvero di avere a che fare con persone che si conoscono realmente, talmente sono descritti per bene. Io ancora oggi a distanza di mesi, ritorno a pensare ad Aomame e Tengo, alle loro vicende, alle loro vite e mi piace pensare che forse esistono davvero in un mondo parallelo.

Quello che voglio fare in questa recensione è trasferire ciò che ho scritto su Anobii, appena terminato di leggere il libro, entrambi i libri. Perchè quello è il mio vero pensiero sulla lettura, il commento a caldo, chiamiamolo così, quello che viene dal profondo del cuore. Parlarvene oggi, dopo mesi dalla lettura, sarebbe troppo razionale, doserei le parole, mi esprimerei in maniera diversa, anche perchè con il passare delle settimane ho riflettuto su questa storia ma devo dire che il mio parere non è cambiato, sarei solo un pò più precisa ma meno passionale nel parlarvi di questi libri.
Mi scuso se il linguaggio che ho usato non è molto chiaro, leggendolo mi rendo conto che sono stata un pò confusionaria quando ho scritto questa recensione su Anobii, ma ripeto è il frutto di mille pensieri che uscivano dalla mia testa contemporaneamente, subito dopo aver terminato la lettura.

Ora basta, sto parlando anche troppo, quindi a voi la mia recensione sul libro 1 e 2. Aprile - Settembre di 1Q84:

Avevo questo libro (e il successivo e ultimo) nella libreria da almeno un anno e mezzo, l'ho acquistato perchè ne avevo sentito parlare tantissimo, con commenti assolutamente positivi, ma non so per quale ragione ho sempre rimandato la lettura. Poi circa un mese fa l'ho iniziato, ho letto i primi capitoli ma sentivo che non era ancora arrivato il momento giusto per leggerlo e cosi ho sospeso la lettura ma con il pensiero ci tornavo spesso e quindi dieci giorni fa ho ripreso a leggerlo, che dire.. da quel momento non ho più avuto scampo.. la storia mi ha travolta, i personaggi erano nella mia mente costantemente, anche appena sveglia pensavo a loro, non riuscivo a pensare ad altro che a continuare la lettura per sapere cosa sarebbe successo, quali misteri fossero stati svelati.. basta pensare che l'ho letto in dieci giorni e stiamo parlando di 718 pagine. Questo libro ha tutte le caratteristiche che cercavo, e da tempo non trovavo, nelle ultime letture. La storia è intrisa di mistero e enigmi inquietanti ma sottili, si diventa "fissati" con la storia perchè si vuole capire cosa si nasconde dietro questi misteri, accennati ma mai svelati. I personaggi sono qualcosa di meraviglioso, la loro descrizione è perfetta, le caratteristiche descritte li rendono talmente umani che sembra quasi di conoscerli e non si può non affezionarsi e pensare a loro anche durante i momenti in cui non si legge. Lo stile mi ha colpita tantissimo, il modo in cui sono inseriti piano piano tanti dettagli, il modo in cui si intrecciano le vite dei due protagonisti e come ogni minima cosa sia collegata alla storia principale, nulla è lasciato al caso.. Mi sono sentita veramente parte integrante della narrazione e ancora adesso non riesco a smettere di riflettere e pensare a cosa altro può accadere. E poi sullo sfondo di questa magica e fantasiosa storia c'è l'amore.. una magnifica storia d'amore che non viene raccontata e soprattutto non viene vissuta dai protagonisti, ma c'è.. e si avverte la sua presenza in maniera tangibile, è una storia d'amore pura come non ne esistono e radicata nel cuore dei personaggi senza che loro l'hanno mai vissuta e ti fa credere nella forza dell'amore, perchè è proprio l'amore che tiene in vita i due protagonisti e che li fa andare avanti in questo nuovo mondo inquietante con due lune nel cielo e strani little people che minacciano la loro vita, un mondo in cui sono destinati a non incontrarsi mai ma che riesce in qualche modo a far sapere sia all'uno che all'altra la presenza e l'intensità dell'amore che provano. Ovviamente io tifo per Tengo e Aomame, per il loro amore nato ventanni prima e mai sbocciato. Spero che finalmente riusciranno a trovarsi fisicamente e coronare questo loro amore e ovviamente sono curiosa di sapere cosa davvero sono i little people, cosa nasconde il Sakigake e sono pronta a scoprire la verità di tutti i misteri del nuovo mondo in cui sono stati catapultati i protagonisti, il mondo chiamato 1Q84. Ecco perchè inizierò subito la lettura del terzo libro, sperando che lo stile e la narrazione mantengano alto il livello di interesse e suspense creato nei primi due volumi.

A seguire ho letto il terzo ed ultimo volume, che purtroppo, a mio avviso, non è stato all'altezza dei primi due. A voi la recensione sul libro 3. Ottobre - Dicembre di 1Q84:

C'è ben poco da dire, purtroppo mi aspettavo molto di più vista l'intensità dei primi due libri ma l'ho trovato molto piatto. Gli unici due personaggi che mi sono piaciuti sono stati Ushikawa, che essendo investigatore pensavo fosse stato introdotto per svelarci tutti i misteri della storia tramite le sue ricerche, ma così non è stato, e poi il misterioso esattore della nhk, ma anche quello a un certo punto è scomparso e credo di aver capito il perchè, lasciando comunque un punto di domanda. Aomame e Tengo non hanno fatto nulla di che in questa libro, a parte il capitolo finale, i mille dubbi e misteri introdotti nei primi due libri sono rimasti e anzi a questi se ne sono aggiunti altri, senza, però, dare nessuna risposta. C'è a chi piace questa libera interpretazione nei libri, a me personalmente no, mi piace che mi si vengano spiegati e svelati almeno i misteri più importanti, ma comunque.. lascia molti dubbi aperti, anche il finale stesso. A parte questo, la scrittura è sempre piacevole, le descrizioni dettagliate, i personaggi estremamente reali, per cui il mio voto è nella media, ma mi aspettavo decisamente molto ma molto di più!

Bene cari lettori, questa recensione infinita è giunta al termine. Fatemi sapere cosa ne pensate e se avete letto questi libri. Io leggerà sicuramente altro di questo autore e se avete dei libri suoi da consigliarmi fate pure, sono sempre a caccia di spunti ;)

- La vostra Chocolate And Books -



4 commenti:

  1. Ho questo libro sul Kobo da quando mi è stato regalato l'anno scorso ma ancora non l'ho letto, nonostante mi incuriosisca parecchio... è che ho un certo timore nei confronti degli autori giapponesi, ho paura di non capirli e di non apprezzarli e così continuo a lasciarlo lì senza mai aprirlo. Prima o poi dovrò reagire a questa paura assurda e decidermi a leggerlo! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco Simo, io l'ho avuto in casa circa un anno e mezza.. ma arriverà solo il momento in cui sentirai il desiderio di leggerlo ;)

      Elimina
  2. Questo è uno dei titoli di Murakami che mi incuriosisce di più, ma prima di affrontarlo vorrei leggere qualche suo romanzo precedente. Per adesso ho letto solo After dark e Tutti i figli di dio danzano e nonostante mi siano piaciuti abbastanza non mi hanno convinta fino in fondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti questa è una lettura impegnativa, non tanto per il contenuto ma per la mole di pagine.. il consiglio che posso darti quando deciderai di leggerlo è quello di dedicarti solo a questa lettura e leggerlo senza pause, altrimenti sfuggono molti dettagli e sarebbe un peccato ;)

      Elimina